Serve la Partita IVA per vendere su Amazon se avete un certo giro d’affari e a seconda dei Paesi nei quale vendete.

Serve la Partita Iva per vendere su Amazon?

Questa domanda è, insieme a Come iniziare a vendere su Amazon, uno dei dubbi che più spesso attanaglia chi vuole vendere su Amazon per la prima volta.

Facciamo un po’ di chiarezza.

Premessa

In questo post non andremo troppo nei dettagli legali e fiscali.

I casi particolari di venditori che dovrebbero essere presi in considerazione differiscono spesso troppo tra di loro e un consiglio generale potrebbe non essere universalmente valido. 

Per questa ragione, se il vostro dubbio è: serve la Partita Iva per vendere su Amazon applicato al vostro caso particolare vi invitiamo a fissare una breve consulenza con noi (45 minuti).

Chiarire tutti i dubbi prima di iniziare a vendere su Amazon sarà utile per evitare spiacevole sorprese col fisco poi.

Cosa dice la legge

In generale se si tratta di piccole vendite occasionali, non continuative e per importi annui ridotti (al di sotto dei 4.800 euro), allora non serve la Partita Iva per vendere su Amazon.

C’è un però. Le vendite online per la natura del web stesso potrebbero possedere il requisito della “continuatività”.

Nella realtà, piccoli venditori occasionali su Amazon, eBay o altri siti ti annunci online, di fatto vengono considerati come “occasionali”. 

Partita IVA a seconda dello Stato e delle clientela

L’essere in possesso di una Partita Iva per vendere su Amazon dipende poi dal Paese in cui i prodotti sono stoccati e la clientila risiede.

Amazon, infatti, da la possibilità di stoccare i propri prodotti (aderendo ad Amazon FBA) in diversi Paesi europei.

Se ad esempio un venditore Amazon decidesse di stoccare i propri prodotti nel Regno Unito e venderli solo a clienti del Regno Unito (no export) allora, secondo le leggi fiscali del Regno Unito, l’apertura della Partita IVA è necessaria solo quando si supererebbero gli 85,000 £ (pari a circa 95.000 euro).

Altri eccezioni valgono per: Germania, Spagna, Francia e così via.

Ottimizzare la strategia IVA

Ci sono tanti modi per ottimizzare la strategia IVA a seconda di:

  • fatturato;
  • tetto IVA per singoli Paesi;
  • dove stoccare i propri prodotti;
  • dove eventualmente avere una sede fiscale e legale del proprio business.

Avere una strategia IVA ottimizzata e del tutto legale.

Una strategia IVA consente ai venditori Amazon di risparmiare su versamenti IVA quote importanti di denaro che possono essere investite sull’ accrescere la profittabilità totale del business online.

Seguiteci su Instagram per le nostre pillole di Amazon dove troverete tante dritte utili per il vostro business su Amazon.

Share This